corso di storia dell’arte – la modernità

Sono aperte le iscrizioni al corso di Storia dell’arte dedicato alla modernità promosso da Bibliomedia Svizzera italiana e CulturAltura. 5 incontri tra febbraio e marzo 2022 con la docente Elisa Scotto, Mediatrice culturale del Museo d’Arte della Svizzera italiana.

Luogo:
Bibliomedia Svizzera italiana (Via Lepori 9 – Biasca)
Orari:
dalle 20.00 alle 22.00
Le date:
Prima lezione:                            mercoledì 16 febbraio 2022
Seconda lezione:                       mercoledì 23 febbraio 2022
Terza lezione:                             mercoledì  9 marzo 2022
Quarta lezione:                          mercoledì 16 marzo  2022
Quinta lezione:                           mercoledì  23 marzo 2022          
Iscrizione:
Si  prega  di  inoltrare  l‘iscrizione  entro  il  15 gennaio 2022 al  seguente indirizzo: milani.sobrio@gmail.com.
Indicare: nome e cognome,  indirizzo postale,  recapito  telefonico,  indirizzo e-mail e l‘eventuale appartenenza a una delle società promotrici.

L‘iscrizione comporta una tassa di fr. 100 per i soci degli enti promotori o fr. 110.– per i non soci.

Le coordinate bancarie saranno comunicate con la conferma d’iscrizione. 

Termine di pagamento 15.02.2022.  Non sono previsti rimborsi in caso di disdetta o nel caso di frequenza parziale.

INFORMAZIONI: milani.sobrio@gmail.com
Telefono: 091 864 14 56   /  079 373 00 90

LA MODERINTÀ
Il ciclo propone lo studio della storia dell’arte da fine Ottocento alla Seconda Guerra Mondiale, con una particolare attenzione per il contesto storico-politico e artistico in cui i diversi movimenti e artisti si affermano.   Le serate si configurano secondo un approccio cronologico,  partendo  dalla  rivoluzione  artistica  di artisti quali Van Gogh,  Gauguin  e  Cézanne,  per poi giungere alle Avanguardie storiche e alle novità da queste apportate. Un  periodo  segnato  dal  capovolgimento  della  concezione  dell’arte e  dell’artista in cui domina la volontà di  “rompere con il passato”,  che assume,  però, connotazioni differenti secondo i contesti in cui si afferma. Dalla Francia alla Germania, dall’Italia alla Russia, il corso permette di esplorare l’evolversi dell’arte come specchio e riflesso della società in diverse zone d’Europa.

ELISA SCOTTO:
collabora con il Museo d’arte della Svizzera italiana dal  2018, dove  attualmente  riveste  il  ruolo  di  Assistente alla Mediazione Culturale e Guida. Si laurea in Lingue e letterature straniere con una tesi di ricerca dal titolo “Si amanece nos vamos. Goya nell’opera di Antonio Buero Vallejo” in cui indaga il rapporto tra arte e letteratura.  Dopo gli studi, ha seguito corsi di approfondimento in ambito  artistico  presso  la  Oxford University  e  l’Università Statale di Milano.  Al momento è iscritta al Master in Storia dell’arte e dell’architettura  presso  Università  della  Svizzera italiana.