fake news e neutralità intellettuale del bibliotecario 27.5.2021 – h. 18.00 (online)

Webinar con Tomas Miglierina (giornalista RSI), Colin Porlezza (prof. Università Lugano) e Riccardo Ridi (prof. Università Cà Foscari, Venezia).
Giovedì 27 maggio alle ore 18.00 – Evento formativo gratuito aperto a tutti gli interessati. Un’iniziativa di Bibliomedia Svizzera italiana e BAD-SI.

“Fake News e neutralità intellettuale del bibliotecario” è un’opportunità di formazione rivolta a tutti coloro che lavorano nelle biblioteche (di ogni ordine e grado) e agli interessati all’argomento. L’evento è organizzato da BAD-SI (Bibliotecari Archivisti e Documentalisti della Svizzera italiana) e da Bibliomedia Svizzera italiana.

La partecipazione è gratuita previa iscrizione da effettuare entro
il 25 maggio all’indirizzo: associazione.badsi@gmail.com

Il giorno della conferenza riceverete il link per accedere all’evento.

Le false notizie e la disinformazione sono componenti della comunicazione umana che sono sempre esistite. Nell’era digitale hanno assunto il nome di fake news o di bufale in rete, ma la loro sostanza è sempre quella: adulterare la verità per scopi, in genere, poco edificanti. Internet e i social media non solo hanno dato risalto a questo fenomeno, ma hanno anche contribuito ad estenderlo a dismisura e con una velocità disarmante. Uno dei compiti del bibliotecario è di offrire contenuti corretti, attendibili e intellettualmente onesti. Per farlo deve avere gli strumenti per capire le fonti informative e assumere un atteggiamento quanto più oggettivo possibile, alfine di garantire una certa neutralità di giudizio. È possibile farlo? Per meglio comprendere questi aspetti abbiamo chiesto ai nostri relatori di offrirci la loro visione, partendo dai loro diversi osservatori professionali.

Per meglio comprendere questi aspetti abbiamo chiesto ai nostri relatori di offrirci la loro visione, partendo dai loro diversi osservatori professionali.

Tomas Miglierina è laureato in scienze politiche all’Università degli Studi di Milano ed è stato libero collaboratore dai Balcani della Radiotelevisione svizzera e di alcune testate italiane. Nel 1996-98 ha fatto l’addetto stampa della missione OSCE. Dal 1998 è giornalista della Radiotelevisione svizzera: specialista dei Balcani, è stato redattore esteri del telegiornale, ha guidato la rubrica di approfondimento radiofonico “Modem” (2001-03), è stato corrispondente dagli Stati Uniti e dal 2013 è corrispondente da Bruxelles.

Colin Porlezza, ha conseguito il dottorato in scienze della comunicazione all’Università della Svizzera italiana (USI), dove ha anche ottenuto la laurea e il master in scienze della comunicazione con specializzazione in comunicazione di massa e nuovi media. È uno studioso di giornalismo e professore assistente senior di giornalismo digitale presso l’Istituto di media e giornalismo (IMeG) dell’USI. Attualmente è anche Research Fellow presso il Tow Center for Digital Journalism della Columbia University, NY, e ricopre anche una posizione di Honorary Senior Research Fellow presso il Department of Journalism della City, University London.

Riccardo Ridi, è laureato in filosofia morale ed è professore associato di biblioteconomia presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia. Dal 1989 è membro dell’Associazione Italiana Biblioteche (AIB). È autore e curatore di numerose pubblicazioni e membro di diversi consessi come il comitato editoriale di Biblioteche Oggi, il comitato scientifico di Bibliotime e Biblioteche Oggi Trends.

Con il sostegno di Coop cultura

Scarica l’invito!