Soldini Tommaso

Tommaso Soldini, poeta, narratore e autore di arti­coli e saggi di carattere letterario, è nato a Lugano nel 1976, vive a Bellinzona e insegna al liceo. Dopo gli studi in Letteratura italiana e filosofia presso l’università di Friburgo pubblica nel 2003 la plaquette di poesie “Ribelle di nemico privo”. Nel 2009 esordisce come narratore con la sua raccolta di racconti “L’animale guida”: quattro racconti su un'instabilità che da economica si fa esistenziale e identitaria, ambientati tra New York e le vallate alpine, in un centro e in una periferia che finiscono per coincidere. "Lato east" è la seconda raccolta di poesie pubblicata nel dicembre 2011 per le Edizioni Sottoscala di Bellinzona; uno dei testi inclusi nel libro è stato donato per il progetto di PoesiaPresente Leggere. Dal 2006 collabora con la Cascio Editore quale redattore di Ground Zero. Al portale culturactif.ch ha dichiarato: "Penso di nascere più come narratore che come autore di poesia. Il primo racconto lungo l'ho scritto a sedici anni, la storia di un ragazzo che optava per il suicidio e finiva nel girone degli idealisti, dove incontrava, tra gli altri, Nietzsche e Che Guevara, quelli che all'epoca erano i personaggi cui mi ispiravo maggiormente. Anche durante gli studi universitari ho lavorato quasi solo su racconti, ispirati a questo o a quell'autore, che man mano leggevo. Poi sono arrivati, soprattutto, Montale e Campana, l'ondata lirica che, in sé, conteneva già i germi dell'anti-liricità. Mi sono provato, non so con quanta consapevolezza, almeno per quel che riguarda la fase creativa. Diciamo che ho assunto coscienza delle mie azioni strada facendo, soprattutto mentre correggevo i testi di Ribelle di nemico privo . La pubblicazione di quella plaquette è stata una liberazione, l'uscita dall'adolescenza, la spinta ad osare. Ed ecco che la prosa si è riaffacciata nella mia vita, come uno strumento per andare più a fondo, per sentire il palpitare delle vite degli altri in modo più nitido, più possente". Il primo romanzo di Soldini esce in aprile 2013 per le Edizioni Casagrande e ha per titolo "Uno per uno".

Opere:
  • Ribelle di nemico privo. Viganello (Alla chiara fonte) 2004.
  • L'animale guida. Bellinzona (Casagrande) 2009.
  • Lato east. Bellinzona (Edizioni Sottoscala) 2011.
  • Uno per uno. Bellinzona (Casagrande) 2013.

Parte di testo da Uno per uno

Incipit:
Ognuno di noi ha una storia. Ognuno di noi è certo di averne una ed è anche bravo, in alcuni frangenti, a raccontarla. Di solito raccontiamo il meglio di noi stessi dopo aver fatto l’amore. Dopo l’amore, non dopo una scopata qualunque. Lei è lì, accanto a te sul letto. Ha bevuto un sorso d’acqua e ti racconta dell’ultima volta che ha gustato così tanto un poco di acqua fresca. Le viene in mente l’Andalusia, sotto il sole di luglio.
L’aria condizionata della Volkswagen Polo era rotta, allora aveva viaggiato con il finestrino abbassato. Non c’era quasi nessuno sulla strada, eccetto il sole. Il vento che entrava dal finestrino era caldo, bruciante come il getto dell’asciugacapelli. Solo che quando usi l’asciugacapelli hai freddo, perché sei nudo o coperto da un semplice telo di spugna, lì lei era vestita e sudava. Allungò la mano e prese la bottiglia dell’acqua.
Il piacere del liquido la attraversò.

Zurück