Fazioli Andrea

Andrea Fazioli, nato nel 1978, vive a Bellinzona nella Svizzera italiana. Si è laureato nel 2004 in Lingua e letteratura italiana e francese all’Università di Zurigo, con una tesi su Mario Luzi. Dopo un primo impiego presso il quotidiano ticinese “Giornale del popolo”, lavora oggi in qualità di insegnante e di giornalista culturale alla Rete2 della Radiotelevisione svizzera di lingua italiana. Tra gli scrittori ticinesi contemporanei è tra coloro che sono riusciti a pubblicare i propri romanzi anche in Italia (Guanda), godendo così di ampia diffusione e visibilità, e in Germania : i suoi romanzi sono stati tradotti in tedesco dalla prestigiosa casa editrice BTB Verlag (Randomhouse). Autore di libri “gialli” ha inventato il fortunato personaggio dell’investigatore Elia Contini . I suoi romanzi sono ambientati nella Svizzera italiana. A questo proposito l’autore ha detto: "L’ambientazione è importante nella misura in cui l’atmosfera per me è fondamentale. La storia ha i suoi ingranaggi, indispensabili, ma perché i personaggi siano vivi dev’essere vivo anche lo sfondo. Scrivo della Svizzera italiana non soltanto perché ci abito (questo comunque aiuta…), ma anche perché ritengo sia il contesto ideale per una storia misteriosa. Il personaggio di Contini, che è nato contemporaneamente all’ambientazione, lo dimostra bene. Di giorno lavora a Lugano, in riva al lago, tra faccendieri in giacca e cravatta, scambi internazionali, traffici di ogni genere. La sera torna a casa fra le sue montagne, al nocciolo delle cose, nel silenzio e nella natura. La Svizzera è fatta così: mezza urbana e mezza selvatica, mezza socievole e mezza solitaria". Di lui Giuseppe Curonici ha scritto: "Una caratteristica del montaggio del giallo di Andrea Fazioli è lo sviluppo sostenuto dove l'azione si complica mediante l'apporto di azioni confluenti, di personaggi che arrivano un po' da tutte le parti e che, dapprima episodici, diventano costitutivi. Anche la geografia della vicenda è un insieme ramificato, Lugano e Bellinzona, l'alta Valmaggia, Zurigo e la Provenza".

Links
www.andreafazioli.ch/

Opere:
  • Chi muore si rivede. Locarno (Dadò) 2005.
  • Delitti in provincia. Parma (Guanda) 2007.
  • L’uomo senza casa. Parma (Guanda) 2008 (Vincitore premio Stresa e finalista premio Comisso).
  • Come rapinare una banca svizzera. Parma (Guanda) 2009.
  • Am Grund des Sees. Monaco (BTB Verlag - Randomhouse) 2009 (L’uomo senza casa).
  • La sparizione. Parma (Guanda) 2010.
  • Die letzte Nacht. Monaco (BTB Verlag - Randomhouse) 2011 (Come rapinare una banca svizzera).
  • Das Verschwinden. Monaco (BTB Verlag - Randomhouse) 2012 (La sparizione).
  • Uno splendido inganno. Parma (Guanda) 2013.
  • Il giudice e la rondine. Una storia noir. Parma (Guanda) 2014.
  • L'arte del fallimento. Parma (Guanda) 2016.

Premi:
  • Premio internazionale Chiara giovani 1998
  • Premio Letterario La Fenice Europa (Bastia Umbra) 2011
  • Premio Letterario La Fenice Europa (Bastia Umbra) 2016
  • L’Anfiteatro d’Argento 2016

Parte di testo da "L'arte del fallimento":

"Elia Contini sopravvive facendo l’investigatore privato, costretto a occuparsi per la maggior parte del tempo di piccoli furti e animali smarriti. Un giorno però viene assunto per ritrovare un imprenditore fuggito di casa, e la situazione diventa complessa. Mario Balmelli, proprietario di una ditta di arredamenti, vorrebbe lasciare tutto e seguire il suo sogno: suonare il sax, con la sua blue note che sa raccontare incertezze, solitudini, accensioni sentimentali, lunghi tramonti che sembrano prolungarsi all’infinito. Ma proprio quando trova il coraggio di provarci, tutto va a rotoli: la crisi economica che si inasprisce, una truffa ai danni dei lavoratori frontalieri tra la Svizzera e l’Italia, un pazzo omicida che si scaglia contro la sua famiglia con furia inaudita. Se nemmeno la polizia riesce a interrompere la catena dei delitti e a capirci qualcosa, come potrà farlo un piccolo detective? Mentre ci fa seguire le piste di un caso a ogni svolta più intricato, Andrea Fazioli indaga con delicatezza e umorismo una situazione esistenziale, quella del fallimento, che prima o poi tocca ognuno di noi. E insinua una domanda: non sarà che il vero fallimento è non fallire mai?"

Zurück