Codiroli Pierre

Pierre Codiroli nato nel 1944 a Locarno è deceduto il 30 novembre 1996. Ha pubblicato saggi, articoli letterari, racconti su giornali e riviste svizzere e italiane. Nel campo della narrativa egli si segnala con due romanzi. Con il primo, "Storia di un ufficiale di carriera del Granducato di ***" ottiene nel 1985 il "Premio Ascona", con il secondo "La nebbia vuota" ottiene nel 1995 il "Premio Letterario Internazionale Dei Due Laghi". Pierre Codiroli ha insegnato letteratura italiana al Liceo di Locarno svolgendo, parallelamente, attività di ricercatore per enti pubblici e privati. Dell'autore va ricordata l'attività di storico, concentrata particolarmente sui rapporti fra il Ticino e l'Italia fascista: "L'ombra del duce", "Tra fascio e balestra". Nella prefazione del suo primo romanzo Gina Lagorio scrive: "Presentare un esordiente è una responsabilità non da poco, anche se un gruppo di cosiddetti savi gli ha di recente dato pubblico segno di stima. E tuttavia una curiosa leggerezza, una piacevole tranquillità mi fanno compagnia mentre mi accingo a mandare in Svizzera la mia letterina di accompagnamento al libro di Pierre Codiroli. Che non ho mai visto, di cui ignoro tutto, tranne il dattiloscritto dal quale il libro è nato. Curiosamente, non conosco neppure la sua faccia: era in posizione laterale, durante la premiazione, e non mi riuscì di distinguerlo nella folla che gli faceva festa, né, d'altra parte lui pensò di presentarsi a salutare chi lo aveva giudicato meritevole del Premio. Timidezza o coscienza di sé, la cosa non mi è affatto dispiaciuta. E infatti eccomi qui, a mio agio, senza fastidi rimossi o incertezze inquietanti, nel momento di presentare il racconto lungo di Codiroli, ai lettori che auguro numerosi".

Opere:
  • Francesco Chiesa narratore. Locarno (Ed. Dadò) 1974.
  • Storia di un ufficiale di carriera del Granducato di ***. Pisa (Giardini Editori e Stampatori) - Lugano (M.I.T. Divisione Editoriale) 1985. (Eridanus)
  • L' ombra del duce : lineamenti di politica culturale del fascismo nel Cantone Ticino, 1922-1943. Milano (Angeli) 1988.
  • Il Granducato di *** : storia di un ufficiale di carriera. Lugano (G. Casagrande) 1989.
  • Tra fascio e balestra : un'acerba contesa culturale, 1941-1945. Locarno (Ed. dadò) 1992.
  • La nebbia vuota. Venezia (Ed. del Leone) 1995. (Narrativa)

Premi:
  • Premio Ascona 1985
  • Premio Letterario Internazionale dei due Laghi 1995

Parte di testo da Storia di un ufficiale di carriera del Granducato di ***

"Storia di un ufficiale di carriera del Granducato di ***" è un romanzo storico ambientato negli anni Trenta. La vicenda di un ufficiale che rinuncia alla carriera è raccontata quasi al modo di chi tiene un diario. Più che l'azione, ha un ruolo preponderante la memoria, stimolata da un ufficiale medico che ha qualche familiarità con la psicoanalisi: i dubbi diventano sempre più assillanti e si trasformano in vera e propria insofferenza per le istituzioni su cui si impernia la vita borghese (la famiglia e l'esercito). Questa parabola liberatoria può essere letta, secondo una proposta dello stesso autore, come "una metafora della sua generazione".

Zurück