Fusco Ketty

Ketty Fusco, nata a Napoli da padre italiano e da madre svizzera, vive a Lugano, dove si è trasferita da bambina. Nota soprattutto come attrice e regista di teatro radiofonico (è stata per vent'anni responsabile della programmazione teatrale della Radio della Svizzera italiana) si è anche affermata in campo poetico con le due raccolte "Nella luce degli occhi" e i "Giorni della memoria". Raffinata narratrice, la Fusco si è occupata anche di letteratura per l'infanzia, con la fiaba "Il caminetto che canta", cha ha fatto scrivere Mariella De Santis come i suoi richiami al reale vengano colti "negli aspetti che i bambini di oggi sono stimolati a considerare: il valore e il rispetto della natura e degli affetti; senza che ne derivi una morale edificante, ma un coloratissimo bosco di eventi e stupori". Recentemente ha pubblicato l'eleganti silloge di "Acrostici", accompagnati da collages di Silli Rimoldi. A Milano le viene assengnato il premio "Maschera d'argento della rivista Sipario". La società svizzera di Studi teatrali le assegna "L'Anello Hans Reinhart, 1994".

Liens
it.wikipedia.org/wiki/Ketty_Fusco

Bibliographie :
  • Nella luce degli occhi. poesie. Bellinzona (Istituto Editoriale Ticinese) 1962.
  • La preistoria sul balcone: letteratura per l'infanzia. Zurigo (Edizioni Svizzere per la Gioventù) 1973. (Edizioni Svizzere per la Gioventù ; 1233)
  • Giorni della memoria. Lugano (Pantarei) 1974. (L'Acero)
  • Il fiore e il frutto, triandro donna. Venezia (Ed. del Leone) 1993. (I Piombi)
  • Il caminetto che canta. Venezia (Ed. del Leone) 1994.
  • Acrostici. Balerna (Ed. Ulivo) 1995. (Collanaldina)
  • Natale. Balerna (Ed. Ulivo) 1995. (Collanaldina)
  • Giove in via Nassa. Balerna Balerna (Ed. Ulivo) 1995. (Collanaldina)
  • Lettera a Zia Eva. Como (Faloppio) 1995.
  • In quell'albergo sul fiume. Locarno (Armando Dadò) 1999.
  • Storia di Dolly. Balerna (Ed. Ulivo) 1999.
  • Umca: storia di una capra intraprendente. Balerna (Ed. Ulivo) 2002.
  • La preistoria sul balcone. Balerna (Ed. Ulivo) 2006.
  • L'isola degli ottanta. Balerna (Ed. Ulivo) 2007.
  • La bambina e le bombe: assaggi di vita e racconti. Balerna (Ed. Ulivo) 2007.
  • Arco e Baleno sulle orme di Ulisse. Balerna (Ed. Ulivo) 2007.
  • In fogge dissonanti. Poesie. Balerna (Ed. Ulivo) 2009.
  • Lezione all’homo sapiens dalla foresta. Balerna (Ed. Ulivo) 2009.
  • La scintilla Alfa: c'era una volta il niente. Balerna (Ulivo) 2012.
  • Natali e Natali: per guardarsi dentro e intorno (poesie). Balerna (Ulivo) 2013.,

Distinctions :
  • Anello Hans Reinhart 1994

Extrait de Il caminetto che canta

Nella prefazione di questo delizioso libricino per bambini Ketty Fusco scrive: "Che cosa fa di solito un caminetto? E via, arde. Allegro e scoppiettante, con le sue brave monachine che salgono su per la cappa. Anche il mio aveva iniziato a svolgere con molto impegno il proprio compito. E la fiamma illuminava la stanza, lasciata apposta in penombra, polarizzando pensieri e sogni di chi vi stava davanti. Ma un bel mattino di primavera, poche settimane dopo aver smesso di accenderlo, sentii venire giù dalla cappa un coretto a più voci: alcune petulanti e flebili; due, in particolare autorevoli e rassicuranti. Il mio intuito (vuoi vedere che una coppia di passerotti ha fatto il nido nel comignolo?) trovò subito conferma nelle parole dello spazzacamino, che aggiunse: "Bisognerà farli traslocare". Feci appena in tempo a fermarlo. E di ciò fui ampiamente ripagata. Perché papà passerotto fu con me generoso di cinguettii; e non solo dall'alto del comignolo. Ma ogni volta che mi affacciavo ad una finestra o uscivo in giardino, veniva a raccontarmi uno dei suoi viaggi, una delle sue avventure. La sua realtà e la mia immaginazione (o meglio, forse, la mia interpretazione del suo linguaggio) oggi vi offrono questo libretto. Da quando alterno alla poesia racconti per l'infanzia, sempre, in questi -come insegnano i grandi- parto da un fatto reale, concreto, dal quale è bello far scaturire il sogno. Il nido nel comignolo c'è veramente stato. La grande nevicata pure. E poi, chissà, forse -o certamente- anche il resto.

précédent